Jokespedia
avatar Entra

Siccome sono uno sfigato

Da Jokespedia.
  • Siccome sono uno sfigato, mi capita di andare alla Sagra del Tortello e di scoprire che i tortelli sono terminati. Siccome sono uno sfigato, allora dico: "Andiamoli a mangiare in quel ristorantino tipico maremmano dove li fanno tanto buoni...". E che, naturalmente, ha come giorno di chiusura, quel giorno!
  • Siccome sono uno sfigato, è inutile che programmi di andare al mare, perché tanto, dopo giorni e giorni di caldo torrido e sole cocente, arriverà sicuramente quel temporale estivo così tanto atteso da tutti... tranne che da me!
  • Siccome sono uno sfigato, anche se quel temporale non arriverà, sarà meglio che al mare non ci vada comunque. Perché tanto mi prenderò sicuramente un'insolazione a causa della crema scaduta perché nella mia credenza da ormai 5 anni (ed io non lo sapevo!). Oppure, se riuscirò ad evitarmi l'insolazione, riuscirò comunque a pestare il primo riccio di mare libero. Ma sicuramente, visto che sono uno sfigato, arriverò al mare, starò in spiaggia il tempo giusto per prendermi un'insolazione con la crema scaduta, dopo di che arriverà un brutto temporale estivo per scappare dal quale passerò veramente sul primo riccio di mare libero a disposizione!
  • Siccome sono uno sfigato, allora esco e vado in cerca di una donna. Ma siccome è estate, tutte quante sono al mare a prendere il sole e in città non rimane nessuna. Allora dico: "Va bene, uscirò stasera...". Ma tanto so già che nessuna mi filerà neppure a pagarla, perché io sono uno sfigato.
  • Siccome sono uno sfigato, è una vita che non faccio l'amore (nel senso vero della parola!). E, se mai mi capiterà di farlo, mi beccherò sicuramente l'Aids perché io sono uno sfigato. E anche se lei mi mostrerà un certificato che attesti la sua siero-negatività, sicuramente lo avrà contratto il giorno seguente alle analisi del sangue.
  • Siccome sono uno sfigato, non avrei una moglie neppure fossi un ingegnere. E, se invece di ingegnere, fossi un operaio, non riuscirei a farmi neppure la moglie di mezzo ingegnere, perché io sono uno sfigato.
  • Siccome sono uno sfigato, pur essendo obiettore di coscienza, state pur certi che nessuna delle duemilacinquecentocinquantasei ragazze a cui fischio dalla finestra si girerà mai per vedere chi è quello sfigato che ha fischiato. O, anche se lo faranno, lo faranno per mandarmi a cagare.
  • Siccome sono uno sfigato, mi vesto da sfigato.
  • Siccome sono uno sfigato, cammino da sfigato.
  • Siccome sono uno sfigato, mangio da sfigato. E bevo da sfigato. E lecco il gelato da sfigato, che puntualmente mi ritrovo sempre con la bocca completamente sporca tipo bimbo di 5 anni!
  • Siccome sono uno sfigato, mi capita che passeggiando per il corso la sera, un piccione mi cachi sulla mia coppetta di gelato. Per fortuna finita. Ma sono o non sono uno sfigato? E allora, non appena scampato a questa sventura, 10 metri più avanti, mi imbatto nella cacata di un cane grosso più o meno quanto un ippopotamo, viste le dimensioni notevoli delle sue feci. Ma perché non cacano in testa ai loro padroni, così evitano anche di doversi portare dietro la palettina?!
  • Siccome sono uno sfigato, che la scrivo a fare questa mail. Tanto, con la fortuna che mi ritrovo, nel momento in cui la spedirò, un fulmine di quel famoso temporale estivo si abbatterà sulla mia casa, determinando un black-out totale che farà perdere ogni dato salvato sul mio hard-disk. E state pur certi che, anche nel caso in cui avessi fatto una copia di salvataggio su qualche dischetto, quel dischetto sarà talmente infettato da danneggiarmi quella poca parte di sistema rimasta integra in seguito a quel fulmine.
  • Siccome sono uno sfigato, offendetemi pure dopo queste boiate.


3.00
(un voto)