Jokespedia
avatar Entra

Jokespedia:Informazioni

Da Jokespedia.

"I giovani assai comunemente credono rendersi amabili, fingendosi malinconici. E forse, quando è finta, la malinconia per breve spazio può piacere, massime alle donne. Ma vera, è fuggita da tutto il genere umano; e al lungo andare non piace e non è fortunata nel commercio degli uomini se non l'allegria; perché finalmente, contro a quello che si pensano i giovani, il mondo, e non ha il torto, ama non di piangere, ma di ridere." (Giacomo Leopardi)

Questo sito nasce da una raccolta, quasi ventennale, di barzellette. Ai tempi del liceo, a metà degli anni ’80, cominciai a scrivere tutte le barzellette, che avevo ascoltato in giro e che mi ricordavo, in un archivio sul computer. Barzellette raccontate a scuola, durante le cene con gli amici, durante le trasferte con la mia squadra di rugby, ascoltate di sfuggita sull'autobus, che annotavo diligentemente su un taccuino e che poi riscrivevo al computer al mio ritorno a casa. Con la diffusione della telematica, dei modem e delle prime reti amatoriali (quali Fidonet), cominciai a diffondere il mio archivio di barzellette in maniera gratuita e con aggiornamenti periodici. Negli anni ho ritrovato queste barzellette, riportate esattamente come le avevo scritte, in libri altrui ed in decine di siti Internet. Comunque il segreto del successo della mia raccolta è stata la caparbietà e la metodicità nel selezionarle e raccoglierle, nonché la felice intuizione della registrazione del dominio www.barzellette.it nel 1998. Da quel momento in poi il sito è diventato un punto di riferimento per amanti delle barzellette e la raccolta ha cominciato ad autoalimentarsi con i preziosissimi contributi dei lettori che, negli anni, hanno contribuito a renderlo il primo sito di umorismo in Italia.

So per certo che molti cabarettisti, attori ed animatori turistici hanno usato i miei libri ed il sito Barzellette.it come spunto per le loro serate. Ma non potete immaginare anche quante serate divertenti tra amici sono scaturite dalla lettura e soprattutto dalla “interpretazione” di queste barzellette. Spero che tutto questo mio lavoro possa fornire diverse ore di “grasse” risate a più gente possibile.

Desidero ringraziare per il supporto nel corso degli anni, per le fonti orali, i suggerimenti, e la collaborazione, i seguenti amici: Giulia Arbace, Massimo Argenti, Daniele Caluri, Andrea Camerini, Carlo Caponi, Stefano Coletta, Aurelio D'Andrea, Andrea D'Orazi, Carlo Dotto, Giuseppe Formignani, Cecilia Gaetani, Enrico Giordani, Alberto ed Ernesto Gremese, Giovanni Oddone, Emiliano Pagani, Ugo Pamio, Gino Provaroni, Andrea e Fabio Roselli, Stefano Scarani, Sandro e Stefano Starita, Osman Trecca, Valeriano Vidili, Enrico Zanti, Luigi Zomparelli ed in particolare tutti i lettori del sito www.barzellette.it e Marcello Ridolfi che lo ha realizzato insieme a me nel “lontano” 1997.

                                           Adriano Altorio